Chi siamo

AICAN associazione sportiva

associati aican

Siamo un gruppo di amici nato dalla condivisione di emozioni ed esperienze che gravitano intorno al mondo della canoa.
Il nostro principale interesse, oltre la promozione della Canoa Canadese Classica in Italia, è di favorire l’aggregazione di vecchi navigatori o nuovi amanti della pagaia, attraverso occasioni di incontro, spesso condivise con altre associazioni o club locali, che siano raduni o semplici uscite tra amici. Crediamo che il confronto con altri appassionati sia importantissimo per la crescita personale di ogni socio, oltre a stimolare naturalmente quella socialità che tanto ci sta a cuore.
Per favorire la pratica della canoa, organizziamo periodicamente corsi, su acqua piatta e mossa, forniamo direttamente o indirettamente, informazioni e strumenti mirati.
Riteniamo fondamentale che ogni socio abbia un bagaglio minimo di conoscenze specifiche per godere della pratica canoistica in sicurezza e serenità. Nonostante questo, non siamo interessati alla competizione, alla prestazione pura, alla ricerca del grado più alto di difficoltà. Per noi AICAN è amicizia, coinvolgimento, convivialità, condivisione, collaborazione, amore per la natura, passione per l’avventura e la scoperta. Un universo da ascoltare e contemplare, un universo da godere e rispettare. Che siano le placide acque silenziose di un lago alpino o tumultuose rapide di un fiume, poco conta, solo la canoa permette di scoprirli.

PER NOI LA CANOA E' UN UNIVERSO

E’ passione, in cui il contatto con l’acqua può farti sentire senza tempo, o riempire le vene di adrenalina. E’ fatica che induce alla contemplazione, è silenzio che ti avvolge e ricorda che si è parte indissolubile della natura che ci circonda. E’ lo scorrere dell’acqua dei fiumi che richiama l’esistenza, con il suo nascere, fluire e arrivare al mare. E’ il silenzio dei laghi e della loro vita sommersa a cui ci si può abbandonare per ascoltare il proprio respiro o guardare dentro se stessi o di cui godere per ascoltare la natura. E’ estetica, delle curve dello scafo longilineo e del gesto armonico della pagaia che entra e riemerge dall’acqua. E’ avventura ed esplorazione di luoghi, natura, piante, animali che altrove non si possono scoprire. E’ un veicolo, un mezzo di trasporto che consente viaggio, vita all’aria aperta, nella natura; è adatta a tutti, adulti, bambini famiglie. E’ l’istinto ancestrale dell’homo faber che si risveglia nel desiderio e nella passione di costruire con le proprie mani l’imbarcazione, la pagaia, le attrezzature.

eugenio gastaldo

Neno (Eugenio) Gastaldo
Presidente

Nato nel 1949, residente a Torino. Va in canoa e kayak a fasi alterne dal 1978. Per oltre 20 anni dirigente dell’UISP Torinese. Dal 2010 è tornato al primo amore, la canadese. Va in canoa perché trova che sia un bel modo per stare nella natura, un bel modo per stare sull’acqua, un bel modo per stare in compagnia e un bel modo per stare con se stessi.

Fiammetta

Fiammetta Curcio
Vice Presidente

Nata nel 1953, residente a Roma. Si appassiona fin da giovanissima ad attività in montagna, si compra una canoa canadese di alluminio nel 1982, dopo aver visto “Un tranquillo week-end di paura” e per inventarsi qualcosa di divertente e di diverso da fare. Prima esperienza: Discesa del Tevere in canoa da Città di Castello a Roma nel 1983. Continua a possedere il suo “pentolone”.

Antonella Simoni

Antonella Simoni
Segretaria e Tesoriera

Nata nel 1965, residente a Milano. Si avvicina alla canoa per amore. Presente il giorno della fondazione di AICAN, da allora ne segue con passione la crescita. Vive la canadese da prodiera e trova stimolante rapportarsi con timonieri di diverse capacità ed esperienze.
La sua vera passione però è partecipare ai raduni dell'associazione durante i quali sente di appartenere ad una grande famiglia.

Nicola Paggiaro

Nicola Paggiaro
Consigliere-Referente AICAN Triveneto

Nato nel 1962, residente a Monteviale (VI). Pagaiatore scarso e discontinuo in gioventù, conosce AICAN qualche anno fa ricercando sul web informazioni per la costruzione di una canoa con la quale dedicarsi con più costanza all’attività. Ultimata la costruzione, si associa per poter percorrere fiumi e laghi in sicurezza e in splendida compagnia. La partecipazione attiva all’associazione ha per lui lo scopo di mantenere e sviluppare il più possibile queste opportunità per chiunque voglia avvicinarsi alla canoa e anche una forma di doverosa riconoscenza per quanto finora ricevuto.

Gioacchino Miceli

Gioacchino Miceli
Consigliere-Referente AICAN Piemonte e Liguria

Nato nel 1969, residente a Casale Monferrato (AL). Amante della natura, delle escursioni e del campeggio, nel 2009 prova il kayak con cui riscopre il fiume Po.
L' incontro con la canoa canadese avviene per pura curiosità nel 2011 e se ne innamora subito per la sua versatilità.
Ne predilige il lato contemplativo, esplorativo, spirituale. La ritiene riequilibrante, tonificante, terapeutica, aggregativa.

simone crippa

Simone Crippa
Consigliere-Referente AICAN Lombardia ed Emilia Romagna

Nato a Milano nel 1978, sportivo da sempre, si avvicina al mondo della canoa canadese nel 2014 ricercando un’imbarcazione adatta a condividere esperienze con le sue due inseparabili compagne. Così conosce l'associazione e i suoi soci con molti dei quali, fin da subito, condivide esperienze canoistiche e filosofia di vita. Nomade per vocazione, pratica la canoa in diversi ambienti, dalle lagune ai piccoli laghi, preferendo percorsi fluviali dal quale trae massimo godimento.

Antonio Vassallo

Antonio Vassallo
Consigliere-Referente Toscana e Marche

Nato nel 1958, residente a Prato (FI). Ha il suo primo contatto con la canoa canadese nel 2004 utilizzandola solo sul lago e abbinandola ad altre passioni quali la caccia fotografica e video, pesca a spinning e tiro con l'arco. Partecipando a vari raduni ed incontri AICAN, inizia ad apprezzare la canadese anche a livello turistico, poi cimentandosi su fiumi tranquilli. Attualmente è impegnato nella sua città a promuovere e divulgare la canadese.

Sergio Barbadoro

Sergio Barbadoro
Consigliere

Nato nel 1952, residente a Sant'Oreste (Roma). Inizia in kayak con un nutrito gruppo di suoi studenti, dal 2005 ha scoperto e praticato la canadese. Ex docente di chimica e scienze è un convinto e praticante ambientalista. Utilizza la canadese per il piacere di condividere emozioni con altri​, per scoprire nuovi ecosistemi fluviali e svolgere frequentemente sperimentazioni su bioindicatori animali e vegetali per determinare la qualità delle acque.

LA STORIA